venerdì 15.12.2017
caricamento meteo
Sections

Firece

Innovative Financial Instruments for industry low carbon energy transition in Central Europe

Obiettivi e breve descrizione

logo fireceIl progetto ha come obiettivo principale il miglioramento delle capacità del settore pubblico per pianificare strategie territoriali low - carbon nell'ambito dei Piani energetici regionali (Per), sostenendo la transizione verso un uso energetico a ridotte emissioni di carbonio da parte del settore industriale tradizionale, per meglio adempiere agli obiettivi regionali di risparmio energetico definiti sia dalla normativa europea che nazionale.

L'obiettivo sarà raggiunto attraverso il supporto alle autorità regionali, agenzie del settore e agenzie finanziarie regionali nell’elaborazione e implementazione di strumenti finanziari innovativi (IFI) destinati in particolare alle imprese/PMI per investimenti di risparmio energetico e relativi progetti in tale ambito.
Parallelamente, una procedura di valutazione verificherà la qualità degli investimenti e dei progetti elaborati dalle PMI per ottimizzare l’impiego delle risorse finanziarie e raggiungere gli obiettivi 2020.

Il progetto FIRECE si collega quindi all'obiettivo specifico del Programma Central Europe poiché sostiene il settore pubblico nelle azioni di pianificazione e gestione di strumenti pe raggiungere gli obiettivi di risparmio energetico. Allo stesso modo, gli strumenti finanziari innovativi e la valutazione dei progetti presentati dalle PMI contribuiranno anche a soddisfare gli indicatori contenuti nei Piani energetici regionali.

Programma

Programma di cooperazione territoriale Interreg Central Europe 2014/2020 (2° bando)
Asse Prioritario 2 – Cooperazione sulle Strategie della low-carbon nell’area Central Europe
Obiettivo Specifico Prioritario 2.2 – Migliorare le strategie di pianificazione energetica territoriale relative alla low- carbon e le politiche a supporto della mitigazione della mitigazione del cambiamento climatico

Attività previste

Il progetto è articolato in pacchetti di lavoro (WP) che prevedono l’implementazione delle seguenti attività:

  • WP M: relativo alla gestione complessiva del progetto per tutta la sua durata, per monitorare il buon andamento della realizzazione di tutte le azioni pianificate e per una efficace gestione finanziaria delle risorse allocate
  • WP T1: allo scopo di migliorare le competenze di gestione dei Piani energetici regionali, in questa fase è prevista una ricognizione dello stato dell’arte di tutti i paesi/regioni coinvolte, in merito a strumenti finanziari esistenti e piani energetici o strategie in atto. Sulla base dei punti deboli individuati, saranno implementate attività di formazione per i gestori dei Piani energetici così come, dall’analisi comparativa degli strumenti finanziari in atto, saranno raccolti elementi fondamentali per la creazione di strumenti finanziari innovativi a supporto degli investimenti delle imprese. La Regione Emilia – Romagna ha la responsabilità di coordinamento e monitoraggio di questa WP
  • WP T2: sulla base delle linee guida elaborate con gli elementi delle azioni della fase precedente, insieme al piano d’azione Firece, sarà implementato un sistema di valutazione ex-ante degli investimenti delle PMI per il risparmio energetico e per l’uso di strumenti finanziari innovativi. Saranno elaborate due metodologie: una per le Regioni e una per le Imprese, per testare, monitorare e valutare i risultati delle azioni pilota in cui saranno sperimentati gli strumenti finanziari e di valutazione degli investimenti delle imprese, allo scopo di valutare le peculiari esigenze dei territori coinvolti e “calibrare” questi nuovi strumenti, in modo da renderli replicabili e applicabili in vari contesti regionali, con una durata che vada oltre Firece.
  • WP C: si concentra su tutte le azioni di comunicazione e divulgazione dei risultati raggiunti di volta in volta dalle azioni realizzate nel percorso di implementazione delle azioni di progetto

Risultati attesi

Il progetto Firece mira a contribuire all'attuazione dei Piani energetici regionali e a conseguire gli obiettivi (in termini di risparmio energetico e Res) previsti a livello UE e nazionale.
Attualmente, Germania, Italia, Polonia e Croazia non stanno raggiungendo gli obiettivi previsti e la mancanza di investimenti da parte dell'industria svolge un ruolo significativo per le autorità regionali/ locali e le entità correlate, responsabili della gestione dei Piani Energetici.
Grazie al know-how derivante da Firece, le varie autorità coinvolte potranno meglio progettare, pianificare e gestire strumenti finanziari a sostegno della transizione delle imprese verso la low- carbon economy.

Allo stesso modo, le imprese saranno supportate nell’applicare strumenti finanziari innovativi con piani di investimento opportunamente valutati. Con questi strumenti, 8 regioni Central Europe miglioreranno il loro contributo al raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico e rinnovabili, come previsti nei Piani Energetici Regionali, aumentando la loro capacità di investimento.

Firece contribuirà infine a raggiungere l’obiettivo di un maggiore risparmio energetico e della riduzione dell’uso delle energie fossili da parte dell’industria.  

Le azioni pilota relative allo sviluppo di studi di fattibilità per l’uso degli strumenti finanziari e il  contributo reale agli obiettivi dei Per, saranno quantificati. Lo stesso riguarderà le imprese/PMI: le procedure di valutazione riguarderanno progetti che richiedono risorse finanziarie pubbliche, per cui sarà verificato il loro allineamento rispetto agli obiettivi da raggiungere.
I progetti pilota consentiranno quindi di definire la percentuale di contributo agli obiettivi regionali in termini di risparmio energetico conseguito.

Durata

36 mesi, dal 1.07.2017 al 31.06.2020

Partner

Lead Partner: Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura  di Venezia Rovigo Delta Lagunare CCIAA DL Italy

  • Netzwerk Energie & Umwelt e.V. NEUeV. Germany
  • Regione Emilia–Romagna Italy
  • Dél-Dunántú li Regionális Innovációs Ügynökség Nonprofit Kft. STRIA Hungary
  • Technologie offensive Burgenland GmbH TOB Austria
  • Fraunhofer – Gesellschaft zur Förderung der angewandte n Forschung e.V. FhG-MOEZ Germany
  • Agencja Rozwoju Regionalneg o ARLEG SA w Legnicy RDA ARLEG Poland
  • Województw o Lubelskie LV Poland
  • IRENA – Istarska Regionalna Energetska Agencija d.o.o. IRENA Croatia
  • ENVIROS, s.r.o. ENVIROS Czech Republic

A chi rivolgersi

Direzione generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa
Servizio Ricerca, innovazione, energia ed economia sostenibile
Responsabile: Silvano Bertini
Referenti
Attilio Raimondi - Attilio.Raimondi@regione.emilia-romagna.it
A. Tiziana De Nittis – Apollonia.Denittis@regione.emilia-romagna.it

Per approfondire

Sito del progetto
Progetti approvati seconda call Interreg Central Europe

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/10/2017 — ultima modifica 19/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it