martedì 25.04.2017
caricamento meteo
Sections

Por Fesr 2007-2013

Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale

Il Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale  (Por Fesr) 2007-2013, che si è chiuso il 31 marzo 2017, ha messo a disposizione del sistema regionale oltre 383 milioni di euro, che hanno generato investimenti pubblici e privati per oltre 1 miliardo di euro. Risorse che hanno avvicinato l’Emilia-Romagna agli obiettivi di Lisbona e di Göteborg, con investimenti in ricerca e sviluppo, la creazione della società della conoscenza e l’affermazione di condizioni diffuse di sviluppo sostenibile.

Il Programma si articolava in quattro assi prioritari:

  • Ricerca industriale e trasferimento tecnologico - Asse 1
  • Sviluppo innovativo delle imprese - Asse 2
  • Qualificazione energetico-ambientale e sviluppo sostenibile - Asse 3
  • Valorizzazione e qualificazione del patrimonio culturale e ambientale - Asse 4

In particolare l’Asse 3 - Qualificazione energetico-ambientale e sviluppo sostenibile – si è concentrato sul tema dell’energia e della green economy, impiegando oltre 68 milioni di euro, pari 124% del tasso di attuazione complessivo dell’asse.

L'Asse prevedeva 4 attività principali:

  • innalzare la dotazione energetico-ambientale delle aree produttive
  • sostegno a progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali volte al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili
  • promozione della green economy tramite strumenti di ingegneria finanziaria
  • sostegno a progetti pilota di mobilità e logistica di merci e persone, a finalità energetica

Attività che hanno finanziato e sostenuti progetti pubblici legati ai territori e iniziative private per la qualificazione energetico-ambientale del sistema produttivo.

Progetti pubblici

Tra gli interventi, ha ricoperto un ruolo determinante il finanziamento delle 11 Apea, Aree produttive ecologicamente attrezzate, progettate per favorire il risparmio energetico, l’utilizzo delle fonti rinnovabili, l’uso efficiente delle risorse, la riduzione delle emissioni inquinanti, lo sviluppo di servizi avanzati tramite l’utilizzo delle telecomunicazioni e della rete. Per le Apea gli investimenti sono arrivati a 30,1 milioni di euro, rispetto a un contributo da risorse Por Fesr pari a 6,9 milioni.

Sostegno alle imprese

Attraverso diversi bandi il Por Fesr ha sostenuto la qualificazione energetica del sistema produttivo regionale.

Il primo bando si è concluso con il finanziamento di 1067 progetti, per un totale di 40 milioni di euro di investimenti e quasi 11 milioni di euro di contributo. È stato poi promosso un bando che ha permesso la rimozione e lo smaltimento dei manufatti contenenti cemento-amianto. Parallelamente, sono stati realizzati 113 interventi, con un contributo di 4,4 milioni di euro, per il risparmio energetico nella climatizzazione delle sedi di lavoro e per l’autoproduzione e l’autoconsumo di energia solare, ottenuta con l’installazione di impianti fotovoltaici finanziati con risorse Por Fesr.

La qualificazione energetica e ambientale ha riguardato anche le imprese del commercio e del turismo, grazie a un bando che ha erogato contributi per 9,9 milioni di euro per promuovere il risparmio energetico, l’uso efficiente dell’energia e la valorizzazione delle fonti rinnovabili in strutture ricettive, stabilimenti balneari e termali, discoteche, sale da ballo e negozi. Sono stati finanziati complessivamente 267 progetti.

Mobilità sostenibile

Nella strategia di promozione della sostenibilità sono state coinvolte anche le pubbliche amministrazioni. Con uno stanziamento complessivo di 2,4 milioni di euro, la Regione Emilia-Romagna ha finanziato l’acquisto di 103 veicoli elettrici da parte dei 15 comuni aderenti all’Accordo di qualità dell’aria 2012-2015: Bertinoro, Bologna, Carpi, Cesena, Faenza, Ferrara, Forlì, Forlimpopoli, Imola, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini. Con uno stanziamento di oltre 3 milioni di euro, la Regione ha inoltre cofinanziato l’acquisto di 9 autobus ibridi a servizio del trasporto pubblico locale della città di Bologna.

Fondo per l’energia

Per aumentare gli investimenti sul fronte dell’efficienza energetica e dello sviluppo di fonti rinnovabili, è stato istituito il Fondo energia, che ha offerto alle piccole e medie imprese dell’Emilia-Romagna finanziamenti a tassi agevolati.

A un plafond iniziale di 9,5 milioni proveniente dalle risorse Por Fesr 2007-2013, la Regione Emilia-Romagna ha aggiunto con delibera successiva oltre 7,1 milioni di euro, per un totale di 16,6 milioni a disposizione delle imprese, saliti a 23,7 milioni di euro con i contributi privati. Grazie al fondo, sono state finanziate 109 imprese.

Approfondimenti

Qualificazione energetico-ambientale e sviluppo sostenibile - Asse 3

Il sito Por Fesr

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/06/2012 — ultima modifica 21/04/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it