Low Carbon Economy ed efficienza energetica

Modalità di intervento delle Esco

modalità intervento ESCOIl riconoscimento formale del ruolo delle Esco avviene con il Decreto ministeriale  del 20 luglio 2004, nelle cui Linee guida si legge che le Esco sono le "società, comprese le imprese artigiane e le loro forme consortili, che (…) hanno come oggetto sociale, anche non esclusivo, l'offerta dei servizi integrati per la realizzazione e l'eventuale successiva gestione di interventi per la riduzione dei consumi energetici".

Il Decreto legislativo  n. 115 del 30 maggio 2008 fornisce poi la seguente più puntuale definizione di Esco: "persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici, ovvero altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica nelle installazioni o nei locali dell'utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell'efficienza energetica conseguito e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti".

Le Esco sono quindi soggetti specializzati in grado di offrire al loro clienti:

  • la diagnosi energetica e l’audit energetico, finalizzati ad individuare le opportunità d’intervento;
  • lo studio di fattibilità relativamente agli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica;
  • la progettazione degli interventi;
  • il reperimento delle risorse finanziarie occorrenti;
  • la realizzazione dell’intervento;
  • la gestione degli impianti realizzati.

 

Le Esco agiscono utilizzando, quando necessario, il meccanismo del Finanziamento tramite terzi (Ftt).
In pratica, le Esco offrono, a costo zero per il cliente, la diagnosi, il progetto, gli interventi di efficientamento e la gestione energetica post intervento. Stipulano con l'ente pubblico o l'azienda cliente un particolare contratto che consente loro di garantire il ritorno dell’investimento con i risultati dell’intervento (risparmio energetico) e con gli incentivi nazionali all’efficienza energetica e alle rinnovabili.

Sono in grado di operare quando si presentano situazioni ambientali e impiantistiche suscettibili di azioni di efficientamento che consentano di ottenere contestualmente un risparmio per il cliente proprietario dell’immobile o dell’impianto e un adeguato margine di utile per la Esco.

Le Esco agiscono in tutti gli ambiti in cui un singolo intervento o la combinazione di diversi interventi possono generare risparmi di energia. Possono dunque proporre progetti che integrano interventi di efficienza energetica e impianti alimentati da fonti rinnovabili. Tuttavia, le attività prevalenti riguardano i settori dell’efficienza energetica e degli impianti di produzione di energia che danno diritto ai "certificati bianchi" e cioè:

  • climatizzazione degli ambienti con recuperi di calore in edifici precedentemente climatizzati con energia non rinnovabile;
  • impianti a biomassa per produzione di calore, pannelli solari termici, utilizzo del calore geotermico a bassa entalpia, impianti di cogenerazione;
  • illuminazione pubblica, illuminazione d'interni commerciali e industriali;
  • gestione ottimale dei contratti di fornitura energetica.

In linea di massima, le Esco offrono ai loro clienti un servizio integrato, ossia la progettazione o riprogettazione degli impianti in una logica di risparmio, l'installazione e poi la manutenzione e gestione degli impianti stessi.

Le Esco hanno la possibilità di conseguire utili anche perché hanno diritto a ottenere i Titoli di efficienza energetica (Tee o "certificati bianchi") in numero corrispondente all'efficienza energetica realizzata dall'insieme dei loro interventi. I certificati vengono rivenduti alle società di distribuzione di elettricità e gas a cui è imposto per legge di realizzare determinate quote di efficienza energetica o di acquistare le quote corrispondenti sul mercato.

La qualifica di Esco non è formalmente assegnata da organismi terzi: per qualificarsi come Esco è necessario solo che nell’oggetto sociale dell’impresa sia specificato il ruolo di operatore nel settore dei servizi energetici integrati.
Non esiste pertanto un "albo nazionale" delle Esco; tuttavia l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg) pubblica un elenco degli operatori che hanno ottenuto l'approvazione da parte dell'Aeeg di almeno una richiesta di verifica e certificazione dei risparmi energetici conseguiti da progetti realizzati nell'ambito dei medesimi decreti.

Nel 2010 è stata inoltre pubblicata la Norma Uni Cei 11352 Gestione dell’energia – Società che forniscono servizi energetici (Esco) – Requisiti generali e lista di controllo per la verifica dei requisiti, che definisce i requisiti minimi dei servizi di efficienza energetica e le capacità organizzative, tecniche e finanziarie che una Esco deve possedere per offrire un adeguato servizio ai propri clienti.
Un'Esco può pertanto richiedere volontariamente che la conformità a tale normativa venga accertata mediante un processo di certificazione da parte di un organismo tecnico accreditato.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/06/13 17:35:00 GMT+1 ultima modifica 2013-06-13T19:42:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina