martedì 26.07.2016
caricamento meteo
Sections

Controllo degli impianti termici

Modalità di applicazione del Decreto del Presidente della Repubblica n.74/2013 in Emilia-Romagna

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 27 giugno 2013 è stato pubblicato il Decreto del Presidente della Repubblica n. 74 del 16 aprile 2013 “Regolamento recante definizione dei criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari, a norma dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e c) , del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192.”

Più recentemente, con Decreto ministeriale del  10 febbraio 2014 sono stati definiti - ai sensi dell’art. 7 comma 6 del citato Decreto del Presidente della Repubblica 74/2013 - i nuovi formati di riferimento per il libretto di impianto ed i rapporti di controllo di efficienza energetica.
Com’è noto, ai sensi dell’art. 10 comma 1 del medesimo Decreto del Presidente della Repubblica  n.74/2013, le disposizioni in esso contenute e da esso derivate si applicano “ai territori per i quali le Regioni o le Province autonome non abbiano ancora adottato propri provvedimenti di applicazione della direttiva 2002/91/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2002, e comunque fino alla data di entrata in vigore dei predetti provvedimenti”.

Con la Delibera dell' Assemblea legislativa n. 156 del 4 marzo 2008, la Regione Emilia-Romagna ha disciplinato autonomamente la materia in applicazione della Direttiva Comunitaria 2002/91/CE, prevedendo che fino a successiva regolamentazione rimangano in vigore le disposizioni precedenti che individuano nei Comuni con più di 40.000 abitanti e nelle Province per il rimanente territorio gli Enti competenti in materia.
Recentemente, la Legge regionale 7 del 27 giugno 2014 con la quale è stata recepita la Direttiva 2010/31/UE, ha ridefinito il quadro normativo di riferimento a livello regionale, prevedendo l’attribuzione diretta delle competenze in materia alla Regione, previa emanazione di apposito regolamento attuativo che provvederà ad armonizzare la disciplina regionale in materia con la normativa nazionale.

Inoltre, la medesima Legge regionale 7/2014 prevede che fino all’emanazione di detto regolamento rimangono in vigore le campagne di accertamento ed ispezione degli impianti termici già avviate da Comuni e Province; tali campagne rimangono in essere anche dopo l’emanazione del regolamento regionale, fino alla conclusione del relativo biennio di riferimento.

Conseguentemente, fino all’emanazione del regolamento attuativo previsto (attualmente in corso di definizione) rimangono in vigore le disposizioni di cui alla citata Delibera dell’Assemblea legislativa 156/08 e s.m.

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/08/2014 — ultima modifica 11/08/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it