domenica 23.07.2017
caricamento meteo
Sections

Ricerca idrocarburi, permessi nel reggiano e nel modenese

La Regione spiega e incontra i cittadini il 20 luglio a Formigine (MO) e il 25 a Fabbrico (RE)

Due incontri per evitare che la mancanza di informazioni corrette generi false notizie, in particolare sul tema della ricerca di idrocarburi. È l'obiettivo della Regione Emilia-Romagna, che per far luce sull'argomento ha organizzato a Formigine, nel modenese, giovedì 20 luglio e a Fabbrico, nel reggiano, martedì 25 luglio 2017, due occasioni di dialogo con gli assessori regionali Palma Costi (Attività Produttive) e Paola Gazzolo (Ambiente) e i tecnici di Regione, Ingv, Università e Ministero per lo sviluppo economico (Mise). Due appuntamenti, aperti al pubblico, dove ad intervenire saranno le istituzioni regionali, tecniche e scientifiche, per fornire ai cittadini delle aree interessate una corretta e scientifica informazione su tutti gli aspetti che riguardano le attività di ricerca, con particolare attenzione al tema della tutela ambientale nei permessi di ricerca degli idrocarburi.

La Regione ha chiesto e ottenuto dal Mise una sospensiva relativa ai permessi Fantozza, nel reggiano, e Bugia, nel modenese e nel reggiano, proprio per informare in via preliminare i cittadini sulle procedure adottate a tutela della sicurezza e dell’ambiente, a partire dalla valutazione di impatto ambientale e dalle linee guida applicate dopo le raccomandazioni della Commissione Ichese (organismo voluto dalla Regione per garantire attraverso la conoscenza, il monitoraggio e il controllo, la tutela del territorio rispetto al tema delle estrazioni). I tecnici della Regione, del ministero dello Sviluppo economico, dell’Università e dell’Ingv chiariranno innanzitutto, che i permessi di ricerca di idrocarburi Fantozza e Bugia riguardano solo indagini geofisiche di aree limitate di territorio. Non si tratta dunque di perforazioni del terreno.

In Emilia-Romagna è in vigore un sistema di regole condivise che ha alzato notevolmente l'asticella della qualità e dei controlli che vengono svolti e che sono necessari in caso di richiesta di permessi di ricerca per estrazione di idrocarburi a tutela dei territori e per la loro valorizzazione. I giacimenti di idrocarburi sono di proprietà dello Stato (sistema demaniale) e la loro ricerca così come il loro sfruttamento sono considerati di interesse pubblico e vengono effettuati da un’impresa privata in un regime giuridico di concessione, quindi di competenza del Mise (ministero dello Sviluppo economico).

Il primo appuntamento si svolgerà a Formigine (Mo) ed è fissato per giovedì 20 luglio, alle 20.30, presso la sala della Loggia (via della Repubblica, 5). A Fabbrico, nel reggiano, l’incontro si svolgerà martedì 25 luglio, alle ore 20.30, presso il parco Cascina (via Cascina, 12).

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/07/2017 — ultima modifica 17/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it