Ecobonus, già richiesti da 630 cittadini e imprese

Contributi erogati direttamente dalla Regione, che ha stanziato i fondi necessari

Tremila euro ai privati per l’acquisto di auto ibride o elettriche, duemila euro per l’acquisto di auto a metano o Gpl e per le imprese fino a 10mila euro per l’acquisto di veicoli commerciali. In Emilia-Romagna l'Ecobonus registra numeri significativi. I contributi sono erogati direttamente dalla Regione, che ha stanziato i fondi necessari, 5 milioni di euro solo per il sostegno ai privati.

L’assessore regionale all’Ambiente, Paola Gazzolo, ha fatto il punto sulla manovra messa in campo dalla Regione per la sostituzione dei veicoli più inquinanti di privati e imprese a favore di mezzi a basse emissioni: "Sono già oltre 630 fra cittadini e aziende ad averli richiesti, prenotandoli sulla piattaforma web della Regione; a questi si aggiungono le 370 nuove richieste del rimborso fino a 191 euro l’anno, pari al costo del bollo auto, per tre anni a chi compra un’auto ibrida, che si sommano alle quasi 5.800 del biennio 2017-2018: in totale, 6.170 persone".

"Gli Ecobonus della Regione - ha proseguito l'assessore - non vengono concessi solo per l’acquisto di auto ibride o elettriche, come propone l’attuale Governo, ma per tutti i tipi di veicoli non inquinanti, commerciali e no, per la rottamazione di auto fino al diesel euro 4. Inoltre, i nostri Ecobonus sono cumulabili, si possono cioè sommare a quelli nazionali. Quanto allo sconto aggiuntivo del 15% da parte dei venditori, è una opportunità in più che abbiamo previsto insieme ai rappresentanti dei costruttori. Possibilità inserita nella delibera con cui la Giunta ha approvato lo schema del Protocollo d’intesa poi firmato con i costruttori stessi, secondo uno schema adottato per intese analoghe in altre regioni, a partire da Veneto e Lombardia. Ma è importante dire che anche laddove lo sconto non viene applicato per scelta del venditore, l’Ecobonus della Regione viene erogato eccome, facendo risparmiare a ogni acquirente migliaia di euro reali, interamente finanziati dalla Regione. Stiamo lavorando con i firmatari del Protocollo per spingere affinché siano il maggior numero possibile i venditori che applicano lo sconto - ha concluso Razzolo -, spetta infatti a loro comunicare correttamente ai loro associati”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/22 09:27:02 GMT+1 ultima modifica 2019-03-22T09:27:02+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina