Rapporto regionale sull'economia 2019, focus sulla sostenibilità

Presentata indagine di Regione e Università di Bologna sulle aziende del territorio

Un'economia in crescita, anche se rallentata, fotografata nel Rapporto sull'economia regionale 2019, realizzato da Unioncamere E-R e Regione Emilia-Romagna e presentato a Bologna il 17 dicembre. Dal Rapporto emerge in particolare l'incremento del Pil (+0,5%), l'aumento del 4,8% dell’export manifatturiero e investimenti al +2,9%.

Insieme al Rapporto è stato presentato un approfondimento specifico sul tema della sostenibilità delle imprese dell'Emilia-Romagna. L’intento dell'indagine, effettuata grazie alla collaborazione tra Regione Emilia-Romagna e Università degli Studi di Bologna, è finalizzato a conoscere lo stato dell’arte della sostenibilità nelle aziende del territorio, ma soprattutto a identificare, sulla base dei risultati, una strategia di investimenti mirati.

A due anni dall’attivazione della Carta dei principi di responsabilità sociale d'impresa  la Regione aveva sottoposto a tutti i beneficiari di contributi un questionario da compilare in sede di rendicontazione. Somministrato nel 2018 a 1.076 imprese, era composto da 40 domande e aveva l’obiettivo di rilevare l’approccio e gli impegni delle imprese rispetto ai principi previsti nella Carta, fornendo un primo quadro conoscitivo sul profilo di sostenibilità delle imprese che partecipano ai bandi regionali. Da questa prima rilevazione è emerso che gli interventi in campo ambientale più frequenti erano quelli legati a un risparmio di costi immediato, segno che la sostenibilità non era ancora vista come aspetto strategico dalle aziende regionali. 

Grazie al supporto dell’Università di Bologna, nel 2018 è stato predisposto un secondo questionario, dal quale sono emersi 123 profili aziendali di sostenibilità. Se l'obiettivo è l’applicazione della Corporate Responsability e Sustainability quali valori aggiunti agli attuali modelli di business, il traguardo non sembra vicino: "I risultati del questionario - si legge nell'analisi -, hanno mostrato dei profili caratterizzati da un discreto livello di inerzia rispetto al doveroso e necessario cambiamento da attuare".

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina