Ultime novità

Giugno 2015:

- il “ Modulo Paes”, che viene compilato online sul sito del Patto dei Sindaci dai firmatari e che costituisce un quadro di riferimento comune in materia di energia e di emissioni di gas serra, è stato proposto nella nuova veste. E' possibile scaricare il modulo al seguente link SEAP Template . Modalità di trasferimento dal vecchio modulo al nuovo sintetizzati nel documento migration quick guide (pdf, 121.7 KB)

- il “Modulo per il monitoraggio del Paes” è stato conseguentemente implementato. Materiale di approfondimento disponibile ai seguenti link:  reporting guidelines , Monitoring Template

 

Ottobre 2015:

In occasione della cerimonia a Bruxelles il 15 ottobre 2015 è stata ufficializzata:

  1. l' estensione degli impegni, presi dai firmatari, al 2030
  2. l'integrazione tra mitigazione e adattamento climatico
  3. la dimensione internazionale: il Patto diventa interlocutore ufficiale dell'ONU (sono 6500 ad oggi i comuni firmatari in Europa, e rappresentano oltre 200 milioni di cittadini).

La nuova iniziativa si fonda su tre pilastri: mitigazione, adattamento ed energia sicura, sostenibile e alla portata di tutti.

Dal 1° novembre 2015 sarà possibile sottoscrivere solo il Patto dei Sindaci per il clima e l'energia che fonde l'iniziativa lanciata nel 2008 per sostenere l'impegno dei Comuni nel campo dell'energia sostenibile, a quella per l'adattamento ai cambiamenti climatici decollata nel marzo 2014 con Mayors Adapt.

Si passa così dal Paes al Paesc.
Chi ha già redatto il Paes può integrarlo in qualsiasi momento o in fase di monitoraggio con la strategia di adattamento: l'integrazione naturalmente è volontaria e non obbligatoria, anche se raccomandata dalla commissione europea.

Luglio 2016:

L’ufficio UE ha reso disponibili strumenti aggiornati di supporto ai nuovi firmatari: FAQ (italiano e inglese), Linee guida (pdf, 2.7 MB) (inglese), Template PAESC (xls, 1.5 MB) (XLS in inglese) per la rendicontazione.

La piattaforma online del PAESC sarà invece disponibile a partire dal 2017.

 

Per approfondire:

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/11/23 16:40:00 GMT+2 ultima modifica 2016-07-14T15:20:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina