sabato 10.12.2016
caricamento meteo
Sections

Certificazione energetica degli edifici

 

Come previsto dalla legge regionale n. 26 del 23 dicembre 2004 e in attuazione della direttiva comunitaria 2002/91/CE, la Regione Emilia-Romagna si è dotata di un sistema regionale di certificazione energetica degli edifici, operativo dal 1° gennaio 2009. Recentemente, con la legge regionale n. 7 del 27 giugno 2014 (Legge regionale comunitaria 2014), l’Assemblea legislativa regionale ha provveduto a modificare la legge 26/2004, in recepimento della direttiva comunitaria  2010/31/UE intervenuta nel frattempo in materia.

In seguito all’approvazione della delibera di Giunta regionale n. 1275 del 7 settembre 2015 Approvazione delle disposizioni regionali in materia di attestazione della prestazione energetica degli edifici (certificazione energetica), entrata in vigore il 1° ottobre 2015, il sistema regionale di attestazione della prestazione energetica degli edifici è stato completamente ridefinito in conformità alle nuove disposizioni nazionali (decreto legislativo del 19 agosto 2005 n. 192) e comunitarie.

In base a tali disposizioni, in Emilia Romagna è obbligatorio procedere alla attestazione della prestazione energetica nel caso di:

  • edifici di nuova costruzione, ivi compresi tutti i casi di demolizione e ricostruzione di edifici esistenti, o di edifici sottoposti a ristrutturazioni importanti;
  • edifici esistenti, nel caso di vendita, di trasferimento a titolo gratuito o di nuova locazione, ove l'edificio o l’unità immobiliare non ne sia già dotato;
  • edifici utilizzati da pubbliche amministrazioni e aperti al pubblico con superficie utile totale superiore a 250 m2, ove l'edificio non ne sia già dotato.

L'Attestato di prestazione energetica (Ape) degli edifici deve essere predisposto e rilasciato da un soggetto certificatore accreditato dalla Regione. La procedura per l’accreditamento degli operatori (singoli tecnici o società) in possesso dei requisiti previsti dal decreto del Presidente della Repubblica del 16 aprile 2013 n. 75 e interessati a svolgere l’attività di certificazione energetica degli edifici è svolta dall’Organismo regionale di accreditamento, le cui funzioni sono attualmente attribuite alla Società in-house Ervet Spa.

Per alcune categorie di soggetti la normativa vigente richiede la frequenza obbligatoria a un corso di formazione: i corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici e i relativi esami sono svolti, a livello nazionale, da università, organismi ed enti di ricerca, consigli, ordini e collegi professionali autorizzati dal Ministero dello sviluppo economico d’intesa con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. A livello regionale gli stessi corsi sono accreditati direttamente dalla Regione Emilia-Romagna sulla base delle disposizioni di cui alla Delibera di Giunta regionale n. 1754 del 28 ottobre 2008 aggiornata dalla deliberazione della Giunta regionale n. 453 del 7 aprile 2014 Modifica dei criteri di riconoscimento dei soggetti cui affidare la certificazione energetica degli edifici: i corsi riconosciuti sono diffusi sull’intero territorio regionale e sono consultabili nell’apposita sezione di approfondimento (vedi nota finale)

L'attestato di frequenza con superamento di esame finale è rilasciato dai soggetti erogatori dei corsi e degli esami, e inviato per conoscenza all’Organismo regionale di accreditamento. L’accreditamento, riconosciuto dietro presentazione della relativa richiesta, ha durata di tre anni: sono state altresì stabilite modalità semplificate attraverso cui procedere per il rinnovo dell’accreditamento e le relative condizioni da rispettare.  

Il processo di accreditamento prevede lo svolgimento delle seguenti fasi:  

  • invio della domanda di accreditamento da parte del soggetto interessato; l'accreditamento ha una durata di tre anni, ed è rinnovabile con procedura semplificata dietro invio della relativa richiesta da parte del soggetto certificatore;
  • verifica dell'ammissibilità da parte dell'Organismo di accreditamento, in base ai requisiti previsti dalla normativa vigente ed alla relativa documentazione inviata;
  • registrazione dei soggetti accreditati in un elenco ufficiale, il cui accesso è reso disponibile a tutti i cittadini.

Per consentire la massima efficienza del sistema, l'invio della domanda di accreditamento da parte dei soggetti interessati deve avvenire esclusivamente in via telematica, mediante la compilazione del relativo form, facendo poi seguire l'invio dei diversi documenti richiesi a supporto delle dichiarazioni rese. Una volta terminato l’iter di accreditamento, i riferimenti ai soggetti certificatori accreditati vengono inseriti in un apposito elenco, periodicamente aggiornato: oltre ai riferimenti di base, ogni soggetto può selezionare le informazioni da rendere pubbliche, nel pieno rispetto della normativa sulla privacy. Per conoscere il certificatore energetico più vicino è possibile consultare l’elenco dei soggetti accreditati per la certificazione energetica degli edifici dalla Regione Emilia-Romagna.

Per dare attuazione all’obbligo di trasmissione alla Regione in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio degli attestati di prestazione energetica (APE) emessi, come previsto dalla normativa vigente, la Regione Emilia-Romagna ha istituito un apposito sistema di registrazione telematica. L’avvenuta registrazione, mediante firma digitale apposta dal soggetto certificatore accreditato, è attestata dal codice univoco di identificazione rilasciato dal sistema al termine delle operazioni di registrazione. Il sistema di registrazione degli attestati emessi basa il suo funzionamento su di un apposito applicativo informatico (Sistema accreditamento certificazione energetica degli edifici - Sace), reso accessibile in area riservata mediante l’utilizzo di apposite credenziali rilasciate ai soli soggetti certificatori accreditati.

Il sistema regionale di certificazione energetica ha subito importanti modifiche con la già citata delibera di Giunta regionale n. 1275 del 7 settembre 2015 Approvazione delle disposizioni regionali in materia di attestazione della prestazione energetica degli edifici (certificazione energetica), entrata in vigore il 1° ottobre 2015

Con particolare riferimento al sistema di classificazione, si sottolinea che il sistema applicato fino al 30 settembre 2015, basato su classi “fisse” di prestazione energetica (8 classi: A+ / A / B / C / D / E / F / G) determinate sulla base di un range costante di valori dell’indice EP espresso in kWh/mq, viene sostituito da un nuovo sistema basato su classi “scorrevoli” (10 classi: A4 / A3 / A2 / A1 / B / C / D / E / F / G), determinate in base ad un range di variazione proporzionale del valore dell’indice EP di un edificio di riferimento “virtuale”, ovvero un edificio identico in termini di geometria, orientamento, ubicazione territoriale, destinazione d’uso e situazione al contorno e avente caratteristiche termiche e parametri energetici predeterminati. In pratica, nel nuovo sistema, il valore dell’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile calcolato sull’edificio di riferimento determina il limite tra la classe A1 e B, mentre gli intervalli di prestazione che identificano le altre classi sono ricavati attraverso coefficienti moltiplicativi di riduzione/maggiorazione del suddetto valore EPgl,nr,Lst.

La prestazione energetica viene misurata per tutti i servizi energetici presenti (climatizzazione invernale ed estiva, produzione di Acs-Acqua calda sanitaria e – per gli edifici del settore terziario – illuminazione e trasporto). Per gli immobili privi d’impianto termico la determinazione della classe avviene simulando la presenza di un impianto tradizionale per la climatizzazione invernale e la produzione di Acs.

Le nuove disposizioni prevedono l’avvio, a partire dal 1° gennaio 2016, di campagne annuali di verifica di conformità degli Ape condotte dall’Organismo regionale di accreditamento, anche ai fini della irrogazione delle sanzioni previste dalla legge, specificando le modalità e le tipologie di controllo previste. A partire dalla stessa data verrà inoltre reso obbligatorio il versamento di un contributo da parte dei soggetti certificatori in occasione della registrazione di ciascun Ape.

A chi  rivolgersi

Per informazioni generali e sul sistema di Accreditamento dei Soggetti Certificatori
mail: accreditamentoenergia@regione.emilia-romagna.it
tel. 051.527.6565;  051.527.6461 - (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00)

 

Per informazioni sulle attività di controllo e ispezione degli Attestati emessi
mail: sace.controlli@ervet.it
tel. 051.6450.404;  051.6450.456 - (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00)

 

Per approfondire

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/04/2013 — ultima modifica 08/11/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it