domenica 22.10.2017
caricamento meteo
Sections

Vivere sostenibile

Mobilità

Progetti per il miglioramento della qualità dell'aria, contenimento dell'inquinamento atmosferico e del traffico dei veicoli

Cosa fa la Regione

Motore auto  elettricaLa mobilità è un ambito nel quale le scelte delle cittadine e dei cittadini hanno un’importanza e un’incidenza fondamentali. Tutti i giorni infatti ci spostiamo per lavoro, studio e tempo libero e le modalità dei nostri spostamenti incidono sui consumi di energia, sull’inquinamento atmosferico e sulla qualità dell’aria che respiriamo. Proprio per questo, visto il forte impatto che il settore dei trasporti e della mobilità ha sui cambiamenti climatici, la Regione Emilia-Romagna è molto impegnata in iniziative e progetti che migliorino la qualità dell’aria e che favoriscano buone pratiche in grado di contenere l’inquinamento atmosferico e ridurre il consumo energetico legato al traffico dei veicoli.

Le politiche per una mobilità sostenibile sono infatti tra le priorità delle azioni di governo della Regione Emilia-Romagna, come emerge dall'Asse 5, Promozione della mobilità sostenibile del piano energetico regionale, secondo piano attuativo 2011-2013 e anche dal nuovo Piano regionale integrato dei trasporti – Prit 2020, attualmente in fase di adozione. 

L'impegno regionale in questo settore è indirizzato soprattutto a promuovere l’intermodalità (cioè l’uso combinato di mezzi diversi), una migliore organizzazione qualitativa e quantitativa dell’offerta alternativa al trasporto stradale, l’innovazione tecnologica nella mobilità, la promozione della ricerca per la diffusione di mezzi a elevata efficienza energetica e a ridotte emissioni inquinanti per il trasporto delle persone e delle merci.

Tra i progetti della Regione per ridurre l'impatto esercitato dal settore dei trasporti sull’inquinamento atmosferico e sull’aumento delle emissioni di gas serra, particolare importanza riveste il nuovo “Piano per la mobilità elettrica in regione”, avviato nel 2010 e denominato “Mi Muovo elettrico”.

Avendo come finalità quella di promuovere l’elettrico non solo a livello di singola città ma di estenderlo a livello “regionale”, la Regione ha stretto accordi con tutti i distributori di energia elettrica presenti sul territorio dell’Emilia-Romagna (Enel ed Hera, e a breve con Iren) e con i principali Comuni. I progetti pilota avviati tra Gestori e Amministrazioni comunali prevedono l’installazione di infrastrutture innovative di ricarica, già attive in alcune città della regione (Bologna, Modena e Imola).

Per la realizzazione di “Mi Muovo elettrico” verrà utilizzata la smart card del sistema integrato regionale Mi Muovo, il biglietto unico treno+bus della regione, rendendo possibile in questo modo utilizzare un’unica tessera per i vari sistemi di trasporto dell’Emilia-Romagna.

Oltre agli accordi con partner pubblici e privati, la Regione Emilia-Romagna promuove la mobilità lettrica anche attraverso:

  • incentivi all’acquisto di autobus a basso impatto (elettrici, filobus e ibridi)
  • incentivi all’acquisto di veicoli elettrici (scooter e bici elettriche)
  • campagne di comunicazione per sensibilizzare e divulgare l’uso di mezzi eco-compatibili

A chi rivolgersi

Servizio mobilità urbana e trasporto locale
Viale A. Moro n. 30 – 40127 Bologna
Referente: Marco Zagnoni
e-mail: mzagnoni@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/06/2013 — ultima modifica 13/06/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it