venerdì 18.01.2019
caricamento meteo
Sections

Strumenti operativi

Con la finalità di favorire i Comuni impegnati nell’elaborazione del Paes e di contribuire a realizzare un sistema regionale omogeneo, grazie alla collaborazione tra le strutture regionali competenti (DG Attività Produttive, Commercio, Turismo e DG Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa) e al supporto tecnico di Arpa Emilia-Romagna (ora ARPAE "Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia") ed Ervet, sono stati sviluppati e resi disponibili per i Comuni specifici strumenti.

Gli strumenti

  • facilitano sia la fase di predisposizione del quadro conoscitivo e dell’Inventario di base delle emissioni (Ibe), sia la costruzione, la gestione e il monitoraggio dei Piani locali, implementando ed adattando alle finalità del Patto dei Sindaci quanto già elaborato nell’ambito di altre strategie regionali di riduzione delle emissioni di gas climalteranti (piani clima), garantendo così la coerenza tra le metodologie sviluppate e una possibile integrazione tra le politiche settoriali;
  • permettono l'analisi dei piani di azione locali per l’ottimizzazione degli strumenti attuativi delle politiche regionali a supporto degli interventi pianificati sul territorio;
  • sono canale di comunicazione privilegiato tra Ente Locale e Regione, utile al percorso di attuazione dei nuovi strumenti di programmazione (Piano energetico regionale Emilia-Romagna) e attuativi (Piano triennale di attuazione del Per 2017-2019), che prevedono il ruolo attivo dei Comuni impegnati nella realizzazione dei Piani locali.

Per l'elaborazione dell'Ibe è necessario partire dai dati di consumo energetico che si verificano in un determinato territorio, e applicando a tali consumi opportuni fattori di emissione è possibile ricavarne le conseguenti emissioni di gas serra. La Regione mette quindi a disposizione dei Comuni:

  • dati di consumo energetico comunali per le diverse fonti energetiche (energia elettrica, gas, prodotti petroliferi) e i diversi settori (residenziale, terziario, industriale, trasporti), attraverso ARPAE che esercita la funzione di Osservatorio in materia di energia attribuite con L.R. n. 13/2015;
  • calcolatore per la conversione dei consumi energetici in emissioni di gas serra (Ipsi).

Per la preparazione, la gestione delle azioni pianificate ed il monitoraggio dei Paes è stata attivata una piattaforma web regionale, chiamata CLExi, che gli enti locali possono utilizzare  per quantificare i risultati delle azioni che intendono realizzare per raggiungere i propri obiettivi di riduzione delle emissioni, e per rendicontarle secondo metodologie standard e già condivise in altre esperienze regionali, in particolare dei piani clima (Clexi).

Dati di consumo energetico comunali

La Regione con legge n. 13/2015 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni” ha definito le funzioni da esercitare attraverso l'Agenzia regionale per la prevenzione e l'ambiente” (Arpa), ridenominata "Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia" (ARPAE), tra cui la funzione di Osservatorio in materia di energia.

Arpae, nell’esercizio delle funzioni di osservatorio, svolge l’attività di raccolta di informazioni a supporto della programmazione energetica territoriale e può fornire una serie di dati di consumo energetico, utili ai Comuni nell'elaborazione dell'Ibe o dei bilanci energetici locali, sia in fase di monitoraggio dei Paes che di redazione dei Paesc (per i firmatari dell’iniziativa nella nuova forma che prevede impegni congiunti per il Clima e l’Energia).

Le modalità di accesso a tali dati sono regolate attraverso la compilazione di un modulo di richiesta, da inviare ad Arpae Regione Emilia-Romagna Osservatorio regionale dell’energia.

Prima dell’entrata in vigore della L.R. n. 13/2015, la Regione ha fornito i dati di consumo ai Comuni firmatari del Patto, avendo come fonti principali l'inventario regionale Inemar (Inventario delle Emissioni in ARia), il Sistema informativo energetico regionale, Snam, Terna, Confservizi, Enel. I dati forniti hanno le caratteristiche riportate nel glossario.

I dati dell’inventario regionale Inemar (Inventario delle Emissioni in Aria), derivano da una disaggregazione a livello comunale dei dati provinciali relativi ai consumi energetici contenuti nell'inventario regionale delle emissioni e, al momento, sono riferiti al solo anno 2010.

Qualora un comune intendesse comprendere anche il settore industriale tra quelli interessati dal Paes, di seguito è stato riportato l'elenco delle aziende Ets presenti in Emilia-Romagna, al fine di scorporarne i consumi energetici dall'inventario delle emissioni di gas serra del comune, come previsto dalle linee guida del Jrc.

Inventario delle emissioni serra per il Patto dei Sindaci (Ipsi)

Ipsi è un foglio elettronico di facile utilizzo, che assiste gli Enti Locali nella realizzazione del Piano d'azione per l'energia sostenibile (Paes) in modo efficiente e rapido. Ipsi è stato sviluppato da Regione Emilia-Romagna e Arpa Emilia-Romagna.

Ipsi è diviso in schede che richiamano i settori del Paes e converte automaticamente i dati inseriti relativi ai consumi energetici e ai rifiuti in emissioni serra (CO2 equivalente) utilizzando opportuni fattori di emissione. Ipsi, semplicemente inserendo i dati di input nelle diverse schede, compila automaticamente il modulo ufficiale online (modulo Paes) che i Firmatari devono obbligatoriamente compilare durante il processo di registrazione del proprio documento Paes sul sito della Commissione europea.

Per la parte relativa ai consumi energetici è utile anche per i firmatari del Patto dei Sindaci integrato con le azioni più strettamente legate al Clima.

Strumenti per lo sviluppo e il monitoraggio del Paes (CLExi)

CLEXi è un software gestionale gratuito web based, sviluppato e amministrato da Ervet per conto della Regione Emilia-Romagna, che consente di gestire la costruzione e l’implementazione dei piani/programmi territoriali locali connessi con le politiche per il clima (piani clima) e l’energia sostenibile paes.

E' uno strumento utile nella fase di redazione del paes e del suo monitoraggio.
Permette l'inserimento delle singole azioni, di comporre il piano, rendicontare l'effetto delle azioni in termini di riduzione di CO2, monitorare e produrre reportistica da inserire nel Paes.

CLEXi dal 1° dicembre 2015 è disponibile nella versione aggiornata che prevede la corrispondenza alla struttura del nuovo template per la presentazione del Paes alla Commissione e per il monitoraggio, un catalogo azioni più semplice da compilare ed integrato con il  campo delle “policy instrument” e una maggiore funzionalità legata alle esigenze di reportistica.

Lo strumento rende inoltre disponibili alcune prime utilità per il nuovo Patto dei sindaci integrato:

  • inserimento degli obiettivi connessi con la mitigazione (riduzione delle emissioni) al 2030, nuovo traguardo temporale previsto dall’Europa;
  • elaborazione di una prima sintesi della strategia al 2030, comprendente sia la mitigazione che l’adattamento, nonché la possibilità di caricare, nell’area documenti, il nuovo Piano per l’energia sostenibile e il clima e il documento che comprende l’inventario delle emissioni (mitigazione) e la valutazione di rischio e vulnerabilità (adattamento).

CLExi è accessibile a questo indirizzo (Emilia-Romagna cross platform for climate and energy policies monitoring and accounting - Clexi) attraverso credenziali ottenibili inviando una e-mail a clexi@ervet.it

La piattaforma CLExi è integrata dai seguenti strumenti

Per approfondimenti sugli strumenti

Contatti

Ricerca e Innovazione, Energia ed Economia sostenibile
viale Aldo Moro,44 - 40127 Bologna
tel. 051.527.6426-7
fax 051.527.6568

sviluppoeconomico@regione.emilia-romagna.it
email certificata sviluppoeconomico@postacert.regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/11/2015 — ultima modifica 13/04/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it