La Ferrari punta sulla sostenibilità con il sostegno dei Fondi europei della Regione

Il programma è articolato in tre progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentali

La storica Ferrari spa punta oggi sulla sostenibilità con il sostegno dei Fondi europei della Regione Emilia-Romagna. Grazie al bando Por Fesr aperto nell’ambito della legge regionale n.14/2014, è stato sottoscritto nell’ottobre 2019 l’accordo di insediamento e sviluppo che ha portato al Programma Ferrari per la mobilità sostenibile ad alte prestazioni. Obiettivo del programma è di realizzare progetti econtribuire a generare un’occupazione addizionale nel territorio.

I progetti sono tre:

  • Progetto 1 Meta - Metodologie e Tecnologie di Additive manufacturing per lo sviluppo di Body Structure per Hypercar ibride o full-electric: Intende sviluppare la prima piattaforma tecnologica per la produzione di Body Structure per Hypercar tramite tecnologie di additive manufacturing. Il progetto di R&S prevede investimenti complessivi per 4 milioni di euro, finanziato da un contributo regionale di 1,5 milioni di euro.
  • Progetto 2 Tips - Nuovo propulsore con turbo compressore per coniugare riduzione della cilindrata con incremento delle prestazioni specifiche: Affronterà la sfida tecnologica di sviluppare una nuova architettura di motori endotermici turbocompressi, in grado di coniugare prestazioni da hypercar, con emissioni compatibili con le più restrittive normative internazionali. Il budget del progetto prevede investimenti per 4,4 milioni di euro, finanziato da un contributo regionale di 1,5 milioni di euro.
  • Progetto 3 Step - Soluzioni tecnologiche innovative per lo sviluppo di una nuova generazione di motori endotermici a basse emissioni e ad alte prestazioni: Prevede lo sviluppo di nuove architetture e soluzioni tecnologiche per l’abbattimento delle emissioni al fine di rendere i motori ad alte prestazioni di Ferrari compatibili con le più stringenti normative in materia di emissioni. Il progetto prevede investimenti per 3,5 milioni di euro, finanziato da un contributo regionale di 1,4 milioni di euro.

Notizia sul portale E-R Por Fesr

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina