Green Communities: la Montagna del latte progetto pilota nazionale

Un modello nato nell'Appennino reggiano. Si premia il lavoro di un intero territorio con i fondi del Pnrr

Dal cuore dell’Appennino emiliano-romagnolo a modello nazionale per lo sviluppo delle Green Communities, le comunità locali costituite da territori rurali e di montagna che intendano sfruttare in modo equilibrato le risorse principali di cui dispongono, per le quali il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) prevede un finanziamento di 135 milioni di euro.

È La Montagna del latte, il progetto dell’Unione montana dell’Appennino reggiano nato per promuovere la crescita e lo sviluppo di questa parte del territorio appenninico, all’insegna della piena sostenibilità ambientale e sociale.

A individuarlo come best practice per la definizione del bando nazionale, ma anche come progetto pilota che potrà usufruire delle risorse del Pnrr - insieme alle iniziative Terre del Monviso della Regione Piemonte e Parco Regionale Sirente Velino della Regione Abruzzo - è stato il Dipartimento per gli Affari regionali e le autonomie.

Il  riconoscimento  premia il lavoro di un’intera comunità, che ha voluto e saputo promuovere i naturali punti di forza del territorio: l’agroalimentare con la filiera del Parmigiano Reggiano, ma anche le eccellenze ambientali e paesaggistiche, il turismo e la cultura. Puntando allo stesso tempo sulla crescita dei servizi e sulla valorizzazione del capitale umano. La possibilità di realizzare uno sviluppo di qualità e inclusivo passa proprio dalla capacità di valorizzare i territori appenninici, per contrastare lo spopolamento e dare ai giovani opportunità concrete di vita e di lavoro. E’ questa la scelta fatta in Emilia-Romagna.

La montagna è una priorità delle politiche regionali con provvedimenti dedicati alle attività economiche e alle imprese, alle giovani coppie che decidono di rimanere o trasferirsi dalle città, ai borghi, alla rigenerazione degli spazi, alla riforestazione e all’ambiente.

I progetti pilota rappresentano best practices a livello nazionale.  La collaborazione inter istituzionale è il pilastro dell’intero investimento previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. L’intervento delle Green Communities si inserisce nel più ampio quadro strategico e normativo che si sta delineando con il disegno di legge sulla montagna, recentemente approvato dal Consiglio dei ministri, che vede le montagne italiane protagoniste anche nel Pnrr.


Le Green Communities

L’investimento del Piano nazionale di ripresa e resilienza punta alla nascita di 30 Green Communities: comunità locali coordinate e associate tra loro che vogliono realizzare insieme piani di sviluppo sostenibili dal punto di vista energetico, ambientale, economico e sociale.

Il progetto Unione montana dell’Appennino Reggiano  La Montagna del latte - Regione Emilia Romagna è stato individuato come esempio virtuoso per il successo ottenuto e costituirà il modello di riferimento per la definizione dei successivi avvisi per la selezione di quelle che si candidano ad essere la frontiera più avanzata della sostenibilità sociale e ambientale per quanto riguarda le aree interne e montane.

La Montagna del Latte diventa Green Community

Nell’area dell’Appennino Reggiano il nuovo progetto pilota permetterà di sperimentare i modelli di intervento che un prossimo bando del Pnrr consentirà di avviare nelle prime 30 Green Communities italiane.

Un progetto di sviluppo della comunità orientato alla sostenibilità e alla transizione ecologica che nella Montagna emiliana potrà partire dal successo di quanto realizzato dalla Strategia nazionale per le aree interne (SNAI) con l’accordo di programma quadro del 2018 alla base al progetto della Montagna del Latte. Dando maggiore rilievo e centralità a politiche per la sostenibilità, per la realizzazione delle comunità energetiche e la diffusione delle rinnovabili, la valorizzazione dei servizi ecosistemici, l’affermazione di nuovi modelli di uso e valorizzazione agricola in linea con le sollecitazioni del cambiamento climatico.

Temi sui quali la comunità lavorerà a stretto contatto con la Regione e con il Governo per sperimentare soluzioni innovative replicabili altrove.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/03/30 17:35:00 GMT+2 ultima modifica 2022-04-21T08:12:08+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina