Mistral e la blue growth dell'Emilia-Romagna a Emd 2022

Agli European Maritime Day 2022 la Regione è stata protagonista con i progetti legati all'economia blu presentati negli workshop

La Regione Emilia-Romagna è stata protagonista agli European Maritime Day 2022 che si sono svolti il 19/20 maggio 2022 a Ravenna. Una partecipazione attiva che si è concretizzata attraverso la presenza con lo stand dedicato nell’area espositiva della fiera e con la partecipazione a numerosi  workshop.

Nello specifico il 18 Maggio ha coordinato il gruppo di lavoro dedicato a Energy transition: marine renwable energy nell’ambito del Cities round table meeting between coastal cities, organizzato dal Comune di Ravenna e con la partecipazione dei rappresentanti della Direzione Generale Mare della Commissione Europea, dei rappresentanti politici delle città di Brest (Francia), Cork (Irlanda), Den Helder (Olanda) e della EU4Ocean.

Sempre il18 maggio, ma nel pomeriggio, la Regione, capofila del progetto europeo Mistral, ha partecipato all' incontro interno al partenariato dedicato al monitoraggio degli ultimi aspetti legati al completamento di tutte le azioni di progetto. In questo contesto Fernando Izquierdo – direttore del National Cluster Maritimo Espanol -  nel suo intervento ha colto l’occasione per sottolineare  una possibile futura collaborazione tra cluster e con i protagonisti della manifestazione di Ravenna. 

Mistral ha sottoscritto il memorandum of understanding (MoU). Il documento firmato  principalmente dai cluster nazionali che operano nella Blue Economy, iniziando da quelli aderenti al progetto Mistral (Spagna, Italia e Portogallo), ma che resterà aperto all’adesione di cluster e autorità pubbliche regionali, imprese, enti di ricerca e tutti i potenziali stakeholder interessati a una cooperazione multi settore e multi attore per azioni future congiunte e coordinate in ambito Blue Economy. Ha aderito al MoU  Yolanda Piedra – presidente del Regional Cluster Maritimo De Las Illes Balears (CMIB) e presidente del Regional Cluster maritim Català.

Gli workshop

La  Regione è stata protagonista da numerosi workshop a iniziare dall'incontro - si è tenuto il 19 maggio -  dedicato a The Sustainable Blue Economy implementation through smart specialisation, moderato da Iglika Yakova, vice capo unità DG MARE A3 e con la partecipazione di Charlina Vitcheva, direttore generale affari marittimi e pesca; Mikel Landabaso Alvarez, direttore JRC; Jitka Vocaskova, policy analista -smart and sustainable growth DG REGIO; George Alexakis, Cpmr vice presidente – affari marittimi; Morena Diazzi, direttore generale conoscenza, ricerca, lavoro e imprese della Regione Emilia- Romagna. 

I relatori si sono confrontati sul tema dell'attuazione di un'economia blu sostenibile nel contesto del bacino marittimo dell'UE e delle strategie macroregionali. In questo quadro, le strategie di specializzazione intelligente sono uno strumento utile per sostenere ulteriormente la cooperazione regionale nella transizione verso un'economia blu sostenibile, creando gli ecosistemi di innovazione necessari. Nel workshop è emersa l'importanza dei partenariati interregionali blu fondamentali per facilitare la progettazione, la dimostrazione, l'ampliamento e l'introduzione sul mercato di servizi e prodotti innovativi nuovi o testati che promuovono modelli e pratiche di business sostenibili.

Al workshop Sea basins, regional cooperation and smart specialization Blue S3: Smart Specialisation strategies to boost sustainable and multistakeholders Blue Economy in maritime regions, al centro il progetto Mistral e il Cprm. L'incontro è stato moderato da Fedra Francocci,  ricercatrice del Cnr, e ha visto la partecipazione di Maria Teresa Mourao de Almeida (presidente della Regione di Lisbona);  Fokion Zaimis, vice governatore della Regione Western Greece; Yolanda Piedra, presidente del cluster delle Isole Baleari: Attilio RaimondiA. Tiziana De Nittis, rappresentanti della Regione Emilia-Romagna, capofila del progetto Mistral. 

Il focus principale del confronto è stata la specializzazione intelligente dei territori rappresentati dai relatori  coinvolti e come queste strategie hanno e daranno impulso a un'economia blu sostenibile. Nel dibattito sono stati numerosi  gli esempi concreti, presentati dai relatori, in tema S3 oltre a modelli  di combinazione tra diversi strumenti finanziari (Fesr e Feamp) in allineamento con le strategie macro regionali.

Mistral è stato presentato come motore blu che ha influito sulle strategie S3 dei partner, anche sulla stessa Regione Emilia-Romagna  che nella nuova S3 ha individuato tra le 15 priorità tematiche la blue growth che nella programmazione precedente era espressa come tematica trasversale a vari ambiti di azione.

La firma del MoU Mistral

Al termine del workshop, tutti i partner di Mistral, si sono riuniti  presso lo stand della Regione Emilia-Romagna dove il presidente del cluster tecnologico nazionale italiano, l'ingegnere Giovanni Caprino e il segretario generale del  Fórum Oceano – Associação da Economia do Mar – FO (cluster nazionale portoghese) nella persona dell’ingegnere Ruben Eiras, hanno sottoscritto il MoU di Mistral con l’impegno di proseguire la collaborazione tra cluster e imprese. La Regione Emilia-Romagna, capofila di Mistral, ha espresso piena disponibilità per sostenere una collaborazione ampia tra autorità pubbliche, imprese, cluster, enti di ricerca e proseguire sulla base dei risultati raggiunti dal progetto.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/05/25 14:39:23 GMT+1 ultima modifica 2022-05-25T14:39:23+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina