Edilizia: i nuovi obblighi energetici

La Regione Emilia-Romagna comunica la novità sull'uso delle fonti rinnovabili nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni.

Più produzione e consumi da fonti di energia rinnovabile. Questa la novità per le nuove costruzioni e le ristrutturazioni rilevanti degli immobili comunicate il 13 giugno 2022 dalla Regione Emilia-Romagna dopo l'approvazione del decreto legislativo n.199/2021 che recepisce la direttiva UE 2018/2001.

Il riferimento normativo regionale  è la delibera di giunta regionale n. 967 del 20 luglio 2015, (modificata con le delibere 1715/2016 e 1548/2020), ora in fase di adeguamento. Si tratta dei provvedimenti che definiscono i requisiti minimi di prestazione energetica da rispettare durante gli interventi edilizi di nuova costruzione o su edifici esistenti. 

In concreto ora  è necessario rispettare le disposizioni previste dall’articolo 26 del D.lgs 199/2021 e dell'allegato III, Obblighi per i nuovi edifici, per gli edifici esistenti e per gli edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti

Il decreto mira a far raggiungere gli obiettivi di incremento della quota di energia da fonti rinnovabili al 2030, una tappa significativa del processo di decarbonizzazione, e definisce gli strumenti, i meccanismi, gli incentivi e il quadro istituzionale, finanziario e giuridico, necessari per il raggiungimento di questo traguardo. 

Il decreto insieme alla legge recentemente approvata dall'Assemblea regionale sulle comunità energetiche potenzia lo sforzo che tende a ridurre le emissioni nocive degli edifici e allo stesso tempo incrementare la quota di energia auto prodotta dai cittadini attraverso le fonti di energia rinnovabile come il fotovoltaico. 

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-11-02T10:51:58+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina