Incentivi biometano

Promozione dell'uso del biometano e dei biocarburanti

Il Decreto interministeriale del 2 marzo 2018 promuove l'uso del biometano e degli altri biocarburanti avanzati nel settore dei trasporti e rappresenta un provvedimento strategico che mira a favorire l’utilizzo delle fonti rinnovabili nei trasporti, anche attraverso lo sviluppo di iniziative di economia circolare e di gestione virtuosa dei rifiuti urbani e degli scarti agricoli.

In particolare il nuovo Decreto ha come obiettivi:

  • promuovere maggiormente l’utilizzo del biometano per i trasporti, anche ai fini del raggiungimento degli obiettivi posti all’Italia dalle direttive europee in termini di utilizzo di carburanti rinnovabili nei trasporti. L’onere dell’incentivo è distribuito sui soggetti che hanno l’obbligo di immissione in consumo di biocarburanti (Soggetti obbligati);
  • favorire le riconversioni degli impianti a biogas, con conseguente riduzione dei costi della componente Asos della bolletta elettrica;
  • promuovere l’incentivazione di impianti di produzione di altri biocarburanti avanzati diversi dal biometano.

L'incentivo è gestito dal Gestore servizi energetici (GSE).

Beneficiari

  • Imprese
  • Soggetti Pubblici/P.A.
    I Comuni possono, ad esempio, sfruttare l’opportunità di attivare processi virtuosi, attraverso una gestione ottimale del ciclo dei rifiuti, che prevedano la produzione di biometano da Frazione organica del rifiuto solido urbano (FORSU), derivante dalla raccolta differenziata, utilizzabile, tra l'altro, per alimentare i mezzi adibiti alla raccolta dei rifiuti e/o al trasporto pubblico locale.

Approfondimenti

Consulta il sito del GSE

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina