Incentivo Fonti rinnovabili

Decreto ministeriale FER1, del 4 luglio 2019

ll Decreto ministeriale (DM) ha il fine di promuovere, attraverso un sostegno economico, la diffusione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili di piccola, media e grande taglia. Gli impianti che possono beneficiare degli incentivi previsti dal Decreto sono quelli fotovoltaici di nuova costruzione, eolici on shore, idroelettrici e infine quelli a gas di depurazione.

L’accesso agli incentivi avviene tramite iscrizione in Registri o partecipazione a procedure di Asta, in funzione della potenza, tipologia, fonte energetica rinnovabile e categoria di intervento.

L’incentivo è riconosciuto all’energia elettrica prodotta netta immessa in rete dall’impianto, applicando a questa una tariffa spettante calcolata in base alle regole stabilite dal DM.

Due i meccanismi incentivanti:

  • Tariffa Onnicomprensiva: costituita da una tariffa unica, corrispondente alla tariffa spettante, che remunera anche l’energia elettrica ritirata dal Gestore servizi energetici (GSE);
  • Incentivo: calcolato come differenza tra la tariffa spettante e il prezzo zonale orario dell’energia, poiché l’energia prodotta resta nella disponibilità dell’operatore.

Gli impianti di potenza fino a 250 kW possono scegliere una delle due modalità, con la possibilità di passare da una modalità all’altra non più di due volte nel corso dell’intero periodo di incentivazione. Gli impianti di potenza superiore a 250 kW possono invece accedere al solo incentivo.

L'incentivo è gestito dal GSE.

Beneficiari

  • Imprese
  • Cittadini
  • Soggetti Pubblici/P.A.

Approfondimenti

Consulta il sito del GSE

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina